NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Ipersensibilità ai farmaci

Le reazioni avverse ai farmaci sono più rare di quanto si pensi, anche se in continua crescita a causa dell"aumento del consumo di farmaci.

Non si devono infatti confondere con gli effetti tossici dovuti alla dose eccessiva assunta, che possono verificarsi anche in soggetti non allergici e sono piuttosto frequenti, rappresentando circa l"80% dei casi.
Il restante 20% , dovuto ad ipersensibilità ai farmaci, si suddivide ulteriormente tra casi di allergia vera e propria e casi di intolleranza.

Le reazioni allergiche propriamente dette sono dovute ad un meccanismo immunologico con liberazione di istamina e coinvolgimento degli anticorpi, mentre  quest"ultimo fattore non è presente  nelle reazioni pseudoallergiche.
I farmaci più coinvolti nelle reazioni allergiche sono le penicilline ed in minor misura sieri eterologhi, insulina, enzimi ed anestetici locali.

Le reazioni pseudoallergiche invece sono solitamente provocate da analgesici, acido acetilsalicilico, FANS, e, in minor percentuale, mezzi di contrasto iodati utilizzati in radiologia, sulfamidici e plasma expander utilizzati nelle ipotensioni gravi.
Le reazioni sono rappresentate da allergie cutanee, fenomeni asmatici, per arrivare nei casi più drammatici allo shock anafilattico.

Non è facile valutare il rapporto causa-effetto tra assunzione di farmaci e manifestazione clinica di reazioni avverse. Anche altri fattori influiscono sulla statistica degli eventi: spesso è facile confondere i sintomi della malattia con quelli della reazione e inoltre queste non sempre vengono segnalate dai pazienti o dal personale sanitario.

Esistono pochi test diagnostici per pochi farmaci e piuttosto complicati.

Il test di tolleranza è il più utilizzato e consiste nel trovare un altro farmaco alternativo che sia ben tollerato.
Sarebbe auspicabile testare il farmaco a dosaggi bassissimi prima di utilizzarlo.

Cautela ed attenzione  vanno adottati anche nell"utilizzo di prodotti naturali, fitoterapici, omeopatici e integratori dietetici.

 

 Share/Bookmark  
   

FB 2

instagram

privacy informativa