NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Le zanzare

 

La presenza delle zanzare rappresenta un elemento di disturbo durante la stagione estiva; oltre alle specie già presenti in Europa, ultimamente si sono aggiunte le cosiddette "zanzare tigre"caratterizzate da livrea a strisce bianche e dall'orario di "attività" che si esplica durante il giorno.

Per difendersi dalle zanzare si può ricorrere a repellenti e a zanzariere.
Bisogna però tenere presente che l'efficacia dei repellenti varia molto da un individuo all'altro, anche in relazione alla traspirazione, per cui è bene ripetere l'applicazione in caso di periodi di esposizione prolungati e durante l'attività fisica. Inoltre influiscono l'età, il sesso, e, per quanto riguarda l'ambiente, la temperatura esterna, l'umidità e la presenza o meno del vento.

L'efficacia invece non cambia con il tipo di forma farmaceutica , per cui una crema ha lo stesso effetto di una preparazione liquida.

Anche i rimedi naturali danno buoni  risultati, ma vanno applicati ripetutamente e non sono efficaci contro le zanzare tigre.
Ovviamente se in un gruppo di persone alcune sono protetta e altre no,  quelle non protette subiscono maggiori attacchi da parte delle zanzare.

La zanzara tigre è arrivata nel modo occidentale dall'Asia, paese in cui è vettore di malattie virali quali la febbre gialla, la dengue e alcune encefaliti.
In Italia è presente come insetto adulto da marzo a novembre- dicembre e, dato che qui non sono presenti quegli agenti patogeni,  rappresenta un problema solo in quanto la puntura provoca ponfi (gonfiori) ed irritazioni persistenti, che causano prurito intenso e, a volte, dolore. Nei soggetti predisposti la presenza di molte punture può provocare reazioni allergiche che richiedono l'intervento del medico.

Essendo attiva nelle ore più fresche del giorno (al mattino presto ed al tramonto) colpisce più facilmente i bambini e gli anziani che d'estate tendono ad uscire proprio in quelle ore.

Si diffonde specialmente nelle aree urbane, dove trova luoghi ideali per deporre le uova, cioè piccole raccolte d'acqua quali sottovasi, aiuole, vasche.
Per questo motivo bisogna eliminare l'acqua dai sottovasi prima di porre le piante al riparo nella stagione fredda, è bene mettere pesci rossi nelle vasche in quanto sono grandi predatori di larve e si deve evitare di lasciare all'aperto oggetti in cui possa fermarsi l'acqua piovana.

ATTENZIONE:  Prima di intraprendere qualsiasi terapia rivolgersi sempre al medico.

 

 Share/Bookmark  
   

FB 2

instagram

privacy informativa