Ascesso dentale

dente dentista

 

L’ascesso dentale è un accumulo di pus (accumulo di batteri, cellule morte e globuli bianchi) posto intorno alla radice di un dente.
Si manifesta dapprima con dolore localizzato alla parte infetta, poi più diffuso, gonfiore della gengiva che tende a espandersi alle strutture circostanti (mandibola, guance) e a volte anche febbre.

A seconda della localizzazione dell’ascesso si parla di ascesso parodontale, periapicale e gengivale.
Il primo coinvolge la zona che sostiene il dente, il secondo la polpa del dente stesso, cioè la sua parte interna vitale, il terzo interessa solo la gengiva.

Le cause dell’infezione che provoca l’ascesso possono essere: carie non curate, insufficiente igiene orale, traumi, farmaci, patologie come diabete e reflusso gastroesofageo.
Ci si deve sempre rivolgere all’odontoiatra per evitare che l’ascesso degeneri causando danni gravi: rottura dell’ascesso, formazione di una fistola o di una ciste con diffusione dell’infezione a collo e testa.
Il medico consiglierà i farmaci più adatti e interverrà con i trattamenti necessari (drenaggio, devitalizzazione ecc).

Per prevenire gli ascessi dentali si dve curare l’igiene orale quotidiana, effettuare visite periodiche dal dentista e fare una detartrasi almeno un paio di volte all’anno.

ATTENZIONE: Prima di intraprendere qualsiasi terapia rivolgersi sempre al medico.

 

 

FB 2

instagram

privacy informativa

Privacy Policy

Privacy Policy