NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Impedenzometria

impedenzometria

 

L’impedenzometro è uno strumento essenziale per una valutazione clinica quanto più accurata possibile dello stato di salute del corpo, più spesso propedeutica (ed indispensabile) all’elaborazione di un piano nutrizionale adeguato, sia esso finalizzato al mantenimento del peso, al dimagrimento o all’incremento di peso. L’esame effettuato grazie all’impedenzometro è l’analisi dell’impedenza bioelettrica.

Che cos'è l'analisi dell'impedenza bioelettrica (BIA)?

L'analisi dell'impedenza bioelettrica o analisi della bioimpedenza è un metodo per valutare la composizione corporea e, più precisamente, consiste nella misurazione del grasso corporeo in relazione alla massa corporea magra. È parte integrante di una valutazione della salute e della nutrizione.
La ricerca ha dimostrato che la composizione corporea è direttamente correlata alla salute. Un normale equilibrio del grasso corporeo è associato a una buona salute e longevità. Una composizione corporea alterata, in termini di grasso in eccesso in relazione alla massa corporea magra, può infatti aumentare notevolmente i rischi di malattie cardiovascolari, diabete e altro.

La BIA consente la diagnosi precoce di un equilibrio improprio nella composizione corporea, favorendo un intervento e una prevenzione precoci. La BIA fornisce anche una misurazione del fluido e della massa corporea, essenziali per una valutazione critica dell’attuale stato di salute del paziente.
Poiché la perdita di grasso è il principale obiettivo quando le persone decidono di perdere peso e il guadagno muscolare è l'obiettivo quando le persone decidono di aumentare di peso, è evidente che l’impedenzometro è lo strumento essenziale per fornire "indicazioni sane" elaborate sul monitoraggio dei cambiamenti nella composizione corporea. Piuttosto che monitorare le persone con pesate settimanali, che può risultare finanche frustrante oltre che poco utile in termini di salute, è molto più gratificante (e sicuro!) valutare i progressi in funzione dei risultati della BIA.

Come funziona l’impedenzometro?

Questo test non invasivo prevede semplicemente il posizionamento del paziente su due elettrodi su mani e piedi. Una corrente elettrica di basso livello e completamente impercettibile viene inviata attraverso il corpo. Il flusso della corrente è influenzato dalla quantità di acqua nel corpo. Il dispositivo misura il modo in cui questo segnale viene impedito attraverso diversi tipi di tessuto. I tessuti che contengono grandi quantità di liquidi ed elettroliti, come il sangue, hanno un'elevata conduttività, ma il grasso e le ossa rallentano il segnale. Poiché la BIA determina la resistenza al flusso della corrente mentre attraversa il corpo, fornisce stime dell'acqua corporea da cui viene calcolato il grasso corporeo utilizzando equazioni selezionate.

Composizione corporea nello sport

Il monitoraggio della composizione corporea è anche molto utile per gli atleti, per una miriade di ragioni. La sua sicurezza, convenienza e velocità di raccolta dei dati fanno della BIA un'opzione pratica per la valutazione della composizione corporea nell'ambiente sportivo. In termini di nutrizione sportiva e ottimizzazione delle prestazioni degli atleti, utilizzare i valori della composizione corporea favorisce lo sviluppo di interventi dietetici specifici ma anche la creazione, ottimizzazione e valutazione di programmi di allenamento.
È stato dimostrato che la composizione corporea degli atleti è funzionale al “compito fisico” chiamato a svolgere e varia tra i diversi tipi di atleti. Allo stesso tempo, è stato anche dimostrato che un aumento del grasso corporeo peggiora le prestazioni. Alla luce delle variazioni nella composizione del corpo tra gli atleti, è evidente la necessità di utilizzare la BIA per lo sviluppo di programmi o calcolo dei fabbisogni nutrizionali per atleti.

Dr.ssa Monica Viotto

 

FB 2

instagram

privacy informativa