Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere la newsletter di Farmalem

Forum Farmacisti

A cura del Presidente di "Tutti i Farmacisti", gruppo Nazionale ed Internazionale su Facebook

 

Iscritti ad oggi:
592

Login utente

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

P.T. Zero

P.T. Zero - Professionisti a tasso zero: clicca qui per visitare il nostro sito web

Home

Le macchie cutanee

Le macchie della pelle, dette "discromie", sono dovute ad un'alterazione della distribuzione a livello cutaneo della melanina, pigmento responsabile del colore della cute e dei capelli. Le macchie più comuni sono le ipermelanosi, cioè quelle dovute ad un aumento della melanina o dei melanociti, le cellule che la producono. Più rare le ipomelanosi ( ad esempio la vitiligine), causate da una minor concentrazione di pigmento.

Le cause sono sia di natura ambientale che genetica: l'esposizione ai raggi ultravioletti, l'assunzione di farmaci fotosensibilizzanti o fototossici, alcuni tipi di cosmetici che provocano in soggetti predisposti un'iperpigmentazione, fattori ormonali.

Le ipermelanosi  più comuni sono quelle legate all'età e all'eccessiva esposizione solare, si manifestano come macchie scure spesso tondeggianti che compaiono sul volto dopo i 40 anni. Frequenti anche le lentiggini, macchioline scure non provocate dai raggi UV che possono trovarsi  su tutta la superficie del corpo. Infine il melasma che consiste in macchie scure irregolari che compaiono sul viso , solitamente in gravidanza.

Le ipermelanosi colpiscono più frequentemente le donne in età feconda perchè gli estrogeni ed il progesterone influiscono molto sulla loro comparsa; infatti le più colpite sono le donne in terapia ormonale ( pillola) o in gravidanza ( cloasma gravidico).

Una visita dermatologica sarà indispensabile al fine di valutare la situazione e quindi intraprendere un'adeguata terapia.

Generalmente le macchie marroni o nere presentano tale accumulo più superficialmente, cioè a livello dell'epidermide, mentre le macchie grigio bluastre sono dovute ad una disposizione più profonda del pigmento a livello del derma. Maggiore è la profondità del pigmento, tanto più sarà difficoltosa l'eliminazione della macchia.

Le macchie della pelle possono essere prevenute con un'adeguata protezione solare: è quindi necessario utilizzare schermi solari con protezioni alte anche durante i mesi invernali.

Esistono molte soluzioni per schiarirle: la terapia topica con creme a base di sostanze depigmentanti, il peeling chimico, la crioterapia, la diatermocoagulazione a radiofrequenza, la terapia laser, la luce pulsata. Utile anche una terapia orale che incrementi la tolleranza al sole e riduca il rischio di eritema solare.

torna all'indice

torna all'indice patologie

 

Share

 
   

Cellule Staminali

Sorgente

Area Veterinaria

Cerca Libri

Star bene con la Musica

Seguici su...

Seguici su Facebook

Contatore accessi

Numero di accessi al sito:
7991244