Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere la newsletter di Farmalem

Login utente

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.
Home

I falsi miti più diffusi in gravidanza

     
  Falsi miti  
 

La gravidanza è uno dei momenti più delicati nella vita di una donna: se da un lato essa è vissuta con positività e con entusiasmo, dall’altro lato è abbastanza comune che una gestante venga sommersa da consigli e credenze da parte di amici e parenti, che alimentano con racconti e superstizioni i classici falsi miti in gravidanza.

I luoghi comuni ed i falsi miti che riguardano il periodo della gravidanza dipendono per lo più dalle tradizioni popolari e non hanno alcun fondamento scientifico: anche per questo motivo, allo scopo di tranquillizzare la gestante e di fornirle tutti i chiarimenti ai suoi dubbi, si consiglia di frequentare un corso preparto in cui ostetriche e personale esperto e qualificato sapranno dare una risposta ad ogni perplessità.

Tra i falsi miti in gravidanza si ricorda quello secondo il quale il sesso del bambino sarebbe identificabile grazie alla forma della pancia: secondo le vecchie generazioni, se la forma del pancione è a punta la gestante aspetta un maschietto, mentre se la forma è arrotondata si tratta di una femminuccia. La spiegazione scientifica è che la forma della pancia sia determinata semplicemente dalla naturale conformazione del bacino: non vi sono elementi che si possano collegare al sesso del bebè.

Un’altra idea relativa alla gravidanza riguarda l’alimentazione: le nonne sostengono che quando si aspetta un bebè bisogna mangiare per due, ma questo è vero solo in parte. Se da un lato è importante garantire il giusto apporto calorico per se stesse e per il bambino, è anche vero che è importante evitare di prendere troppo peso, perché ciò potrebbe rappresentare un danno anche per la propria salute (potrebbe comportare l’insorgenza di malattie come il diabete gestazionale).

Inoltre, è da sfatare anche il mito secondo cui le macchie che compaiono talvolta sulla pelle dei bambini siano rappresentative di voglie che la mamma non ha soddisfatto in gravidanza: in realtà, la scienza spiega che le ‘voglie’ non sono altro che maggiore concentrazione di melanina (per esempio in quelle color caffelatte), oppure dilatazione dei vasi sanguigni (quelle rossastre).

Tra gli altri falsi miti vi è quello secondo cui la gestante non debba indossare collane durante il periodo della gestazione: tradizione vuole che, qualora la futura mamma indossi una collana, vi sarebbero buone probabilità che il cordone ombelicale si attorcigli intorno al collo del bebè. La spiegazione degli esperti a questa tradizione è che questo fenomeno potrebbe dipendere da una lunghezza eccessiva del cordone rispetto al normale, e dai movimenti del bambino all’interno del grembo materno.

Un altro luogo comune è quello secondo il quale il ciclo lunare possa influenzare la nascita del bebè: secondo alcune teorie, l’effetto della luna sulle maree dovrebbe stimolare il travaglio, ripercuotendosi sul liquido amniotico. Inoltre si ritiene che se il bebè è un maschietto, la nascita sarà prevista durante la fase crescente della luna, e se è femmina nascerà durante la fase calante. Secondo la tradizione, la luna in fase crescente rappresenta anche uno dei momenti migliori per concepire. Su questo mito però ci sono ancora molte discussioni in corso, poiché non sarebbe ancora stata smentita con prove scientifiche questa teoria tramandata da generazioni.

I falsi miti in gravidanza sono tanti: è importante consultare il proprio ginecologo ogni qualvolta non si sia sicure di qualcosa.

Per avere maggiori informazioni su questi e molti altri temi legati alla gravidanza, visita Ok Corso Preparto su www.corso-preparto.it, il motore di ricerca numero 1 sui corsi preparto e postparto in Italia! 

 

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

 
     
 

 torna alla sezione Gravidanza e maternità

 

Cellule Staminali

Sorgente

Area Veterinaria

Cerca Libri

Star bene con la Musica

Seguici su...

Seguici su Facebook

Contatore accessi

Numero di accessi al sito:
9379685